Photos Copyright © by Chic Cicero & S. Tabatha Cicero, HOGD Private Archives

Israel Regardie

(nato il 17 novembre 1907, morto il 10 marzo 1985)

Copyrights ©1997 by Chic Cicero & Sandra Tabatha Cicero
Tradotto da Fr. A.A.A.
Per gentile concessione di The Hermetic Order of the Golden Dawn®


"Fin dal 1920 il Dr. Regardie ha fatto molto per rimuovere l'eccessiva segretezza che circonda il moderno occultismo." - David Conway, The Complete Magic Primer

******

"Molte persone si sono chieste come Regardie si fosse fermato a ridosso dei Gradi più elevati della Stella Matutina. Avendo incontrato un certo numero di persone che affermavano di essere 8=3 ed una di grado 9=2, posso dire con sicurezza che egli fosse così superiore a loro in competenza tecnica da non poter essere considerato della loro stessa lega." - Pat Zalewski, The Secret Inner Order Rituals of the Golden Dawn

******

"Che la rinascita della magia occulta sia avvenuta nel modo in cui è avvenuta, può essere imputato in larga misura agli scritti di un uomo, il Dr. Francis Israel Regardie." - Francis King ed Isabel Sutherland, The Rebirth of Magic

 


Prima della sua morte il 10 marzo 1985, Israel Regardie era considerato da molta gente come l'ultimo Adepto vivente di una celebre corrente magica conosciuta come Ordine Ermetico della Golden Dawn. La tradizione rappresentata dalla Golden Dawn e dalle sue due ultime incarnazioni, la Stella Matutina e l'Alpha et Omega, che furono create dopo che l'Ordine originale si divise in varie fazioni, attrassero molti influenti occultisti tra la fine del 19° e l'inizio del 20° secolo. Tra questi vi furono: il Dr. William W. Westcott, Samuel L. Mathers, Arthur Edward Waite, William Bulter Yeats, Aleister Crowley, e Dion Fortune. Tuttavia perfino in questo straordinario gruppo di abili maghi, Regardie si colloca in alto come autorità di rilievo.

 

Storia Iniziale

Figlio di poveri emigranti ebrei, Israel Regudy nacque a Londra il 17 novembre 1907. Durante la Prima Guerra Mondiale, uno dei frateli maggiori si arruolò nell'esercito ed il cognome venne accidentalmente trascritto come "Regardie." Così questo venne adottato come nome di famiglia. La sua famiglia si trasferì a Washington DC nel 1921 quando egli aveva 13 anni. Poco dopo, egli sviluppò un interesse per le opere teosofiche di Madame Blavatsky, lo yoga, e la filosofia indù. Regardie visitava spesso la Biblioteca del Congresso, che definiva la "sua seconda casa". Non molto tempo dopo, Regardie trovò un precettore ebreo e imparò a leggere l'ebraico senza sforzo, un'abilità che lo avrebbe aiutato enormemente nei suoi studi cabalistici. Egli fece richiesta d'iscrizione al Collegio di Washington della SRIA (Societas Rosicruciana in America) il 18 febbraio 1926. Venne iniziato al grado di Neofita il 18 marzo 1926 e promosso al grado di Zelator il 2 giugno 1927. (Clicca qui per maggiori informazioni su Israel Regardie e la
SRIA.
)

Intorno al 1925 o 1926, Regardie scoprì un libro che suscitò la sua curiosità. Il libro in questione era Part One of Book Four di Aleister Crowley. Regardie scrisse a Crowley che si trovava a Parigi ed ottenne infine una risposta alla sua richiesta d'informazioni. Subito dopo, Crowley gli offrì un lavoro come suo segretario a Parigi. Il giovane Regardie considerò questa un'opportunità per apprendere la magia da un'autore le cui opere erano state pubblicate, e così nell'ottobre del 1928 si recò in Francia per accettare il lavoro. Per i tre anni successivi, Regardie cercò di farsi insegnare le arti magiche dal suo datore di lavoro. Tuttavia, Crowley non si offrì di insegnargli nè la magia nè lo yoga, e Regardie, giovane riservato e modesto, non insistette sulla questione. Invece continuò gli studi magici da solo, leggendo ogni libro magico, articolo o manoscritto a lui accessibile.

La reputazione di Crowley, alimentata dai giornali scandalistici inglesi, finì per metterlo nei guai con le autorità francesi ed egli fu costretto a lasciare il paese. Pochi mesi più tardi, Regardie lo raggiunse in Inghilterra. Tuttavia l'editore di Crowley andò in bancarotta, e di conseguenza questi non potè più permettersi di tenere Regardie come suo segretario. Nel 1930, Regardie cercò di recuperare l'immagine compromessa di Crowley, scrivendo in collaborazione un libro chiamato The Legend of Aleister Crowley (1930). Regardie e Crowley si persero di vista e più tardi arrivarono ad una completa rottura. Regardie rimase profondamente ferito dalla fine dell'amicizia e riuscì a perdonare Crowley soltanto negli ultimi anni. Molti anni più tardi tentò di recuperare l'immagine pubblica di Crowley che era stata infangata, scrivendo in collaborazione un libro intitolato The Legend of Aleister Crowley (1930). Gli ultimi libri di Regardie presentavano un punto di vista più equilibrato e maturo riguardo a Crowley rispetto alle sue prime opere. La natura caritatevole di Regardie e la sua capacità di perdonare il vecchio amico vennero messe in evidenza in opere quali The Eye in the Triangle. Nondimeno egli si irritava anche quando le persone lo associavano solamente agli insegnamenti di Crowley. "Una delle cose che non gradiva", scrive Pat Zalewski, "erano le persone che lo associavano al tipo di Magia Thelemica di Crowley, ed al Libro della Legge ... Posso ancora rammentare come, una notte a cena, battè sul tavolo, e disse: 'Dannazione, sono un uomo della Golden Dawn e non un Thelemita, e mi piacerebbe che la gente lo capisse.' Nutriva ciònonostante un grande rispetto per McMurtry ed alcune delle abilità dell'O.T.O.(1)" In ogni caso, Regardie contava molti amici e colleghi nella comunità Thelemica.

 

Storia Magica

Regardie pubblicò due dei suoi libri, A Garden of Pomegranates eThe Tree of Life nel 1932. Il primo conteneva i suoi studi cabalistici basati su ricerche personali da fonti diverse. The Tree of Life è considerato uno dei testi più completi e comprensibili che siano mai stati scritti sulla magia pratica. Si trattava, fondamentalmente, di una riesposizione degli insegnamenti della Golden Dawn. Quando The Tree of Life venne pubblicato, provocò molta agitazione nei circoli esoterici. Sebbene la Golden Dawn avesse cassato di esistere nel 1903, continuava a vivere negli ordini suoi discendenti, come la Stella Matutina e l'Alpha et Omega. Con l'incoraggiamento ed il supporto di Dion Fortune, Regardie si unì alla Stella Matutina.

Molti membri appartenenti sia alla Stella Matutina che all'Alpha et Omega ricordavano il Crowley ribelle distruttivo dei primi anni: quindi la precedente amicizia di Regardie con Crowley, fece sì che venisse criticato aspramente da alcuni di loro. Uno dei capi dell'Alpha et Omega, E. J. Langford-Garstin, arrivò a scrivere una lettera a Regardie in cui lo condannava con parole decise e gli chiedeva di non menzionare mai più il nome della Golden Dawn in pubblicazioni stampate. Altri membri, ed in modo particolare Dion Fortune, lo difesero, come si può vedere dall'articolo apparso in The Occult Review che tesseva le lodi di The Tree of Life di Regardie. L'articolo, faceva di più per rivelare la vera essenza della Golden Dawn, e ad un pubblico più vasto, di quanto qualcuno avesse mai divulgato precedentemente. I capi della Stella Matutina sembravano fare il doppio gioco. Un rappresentante dell'Ordine scrisse una lettera a Dion Fortune dichiarando con forza di condividerne il punto di vista, ed un'altra lettera a Langford-Garstin in cui sosteneva quanto ritenesse essere irresponsabili le azioni e le opinioni di Dion Fortune. In uno dei grandi passi falsi della storia dei gruppi esoterici, le due lettere finirono nelle buste sbagliate.

Come risultato, le porte dell'iniziazione si splancarono per Regardie. Con l'appoggio di Dion Fortune, egli venne invitato ad unirsi alla Stella Matutina. Dalle sue stesse parole: "Fu grazie a The Tree of Life, che venni invitato ad unirmi all'Ordine." Nel 1933 Regardie entrò nell'Ordine e progredì rapidamente attraverso i gradi, grazie alle sue straordinarie abilità. Tuttavia nel 1933 l'Ordine era in avanzato stato di declino. Regardie era molto contrariato con i capi della Stella Matutina perchè questi erano troppo preoccupati ad ottenere titoli altisonanti e non sufficientemente interessati alla pratica della magia. Ne dedusse che l'Ordine ed i suoi insegnamenti non sarebbero sopravvissuti molto a lungo senza un qualche sforzo volto a consegnare tali conoscenze nelle mani di un maggior numero di persone che potessero apprezzarle. Dopo aver ottenuto il grado di Theoricus Adeptus Minor, Regardie lasciò l'Ordine nel dicembre del 1934. Nel 1937 pubblicò l'insieme dei rituali e delle conoscenze della Golden Dawn in quattro volumi intitolati semplicemente The Golden Dawn. Regardie spiegò le ragioni che lo avevano indotto a pubblicare i ben noti insegnamenti ai lettori interessati:

"...è fondamentale che l'intero sistema venga rivelato pubblicamente, in modo che non possa andare perduto per l'umanità. Perchè esso è eredità di ogni uomo e donna, suo spirituale diritto di nascita." ... "Le mie motivazioni sono state quelle di dimostrare senza ombra di dubbio, che l'Ordine non è più il mezzo ideale per la trasmissione della Magia, e che, essendosi già verificate diverse rivelazioni parziali ed irresponsabili dei suoi insegnamenti, necessita urgentemente una più adeguata presentazione del sistema. Solo così le idee sbagliate assai diffuse sulla Magia verranno eliminate." My Rosicrucian Adventure (1936)

Nella storia, molti individui coraggiosi hanno dovuto fare delle scelte difficili che hanno influito su un gran numero di persone. L'alternativa di Regardie era questa: mantenere il voto di segretezza nei confronti di coloro che stavano lasciando scivolare l'Ordine in un severo stato di abbandono, o pubblicare e subire le critiche, assicurando però la sopravvienza stessa del sistema. Grazie alla decisione difficile ed altruista di Regardie di infrangere il giuramento di segretezza verso un Ordine apatico e morente, i preziosi insegnamenti della Golden Dawn vennero resi disponibili a tutti i sinceri ricercatori, senza riguardo alla loro istruzione, background, ubicazione geografica, circostanze, o finanze personali.

Alcune persone criticarono apertamente Regardie per le sue azioni, sebbene molti Adepti dell'Ordine all'epoca gliene fossero segretamente grati. Una piccola parte predisse che gravi conseguenze avrebbero colpito Regardie per il suo atto. Così non fu. E proprio come aveva previsto Regardie, pochi anni più tardi, gran parte dei templi della Stella Matutina e dell'Alpha et Omega lentamente degenerò e scomparve. In nome della segretezza e dell'elitarismo, molti capi dei templi, indotti in errore, presero la pessima abitudine di distruggere i documenti dell'Ordine, invece di trasmetterli alla nuova generazione di ricercatori. La decisione di Regardie era ovviamente quella giusta. Grazie alle azioni di Regardie, oggi tutti gli studenti di magia hanno nei suoi confronti un enorme debito di riconoscenza. Oggi, un numero di autori sempre più grande scrive libri che hanno lo scopo di rendere più accessibili gli insegnamenti della Golden Dawn. Oggi, sempre più persone si definiscono "maghi praticanti della Golden Dawn." Alcuni operano in gruppi, altri in privato, ma tutti devono essere grati alla previdenza di Israel Regardie. Come afferma un esperto:

"...gran parte del curriculum della Golden Dawn fino al grado di Zelator Adeptus Minor è rimasto disponibile al pubblico per un quarto di secolo, e nessuno dei problemi del mondo moderno può essere neanche lontanamente imputato alla diffusione di tale conoscenza, e mentre vi è certamente del potere in quegli insegnamenti, esso non è un potere pericoloso: i Misteri affidati all'Ordine sono collegati alla crescita spirituale ed all'evoluzione, e l'ultima cosa da cui la civiltà occidentale deve essere protetta è la crescita spirituale e l'evoluzione." (1)

Regardie mise anche in pratica quello che predicava. Avendo recentemente acquistato i precedenti archivi della Israel Regardie Foundation, ed avendo visto la grande quantità di lavoro personale e ricerche che Regardie fece nei campi della Cabala, della Psicologia, e della Magia Enochiana, possiamo dimostrare con certezza il fatto che egli non fosse un semplice occultista da poltrona: era un Teurgista di prima classe ed un esperto nel campo della magia.

Nel 1936-37, Regardie scrisse The Philosopher's Stone, un libro sull'alchimia da una prospettiva Junghiana. A quel tempo non credeva nella validità dell'alchimia da laboratorio. (Lavorare assieme ad alchimisti pratici come Frater Albertus della Paracelsus Research Society nel 1970, gli fece cambiare idea in materia nei suoi ultimi anni di vita. Sfortunatamente, uno degli esperimenti alchemici di Regardie fallì ed egli si bruciò gravemente i polmoni in laboratorio. Abbandonò la pratica dell'alchimia e soffrì delle conseguenze dell'incidente fino al termine della sua vita. Regardie tornò negli Stati Uniti nel 1937, dove studiò psicologia e psicoterapia. Precedentemente a Londra, aveva studiato psicoanalisi con il Dr. E. Clegg ed il Dr. J. L. Bendit. In seguito, studiò psicoterapia con il Dr. Nandor Fodor. Entrò nel Chiropractic College di New York City per studiare psicologia. La sua formazione comprendeva le tecniche di Freud, Jung, e Reich. Dopo essersi diplomato nel 1941, intraprese la pratica come analista non ufficiale.

Nel 1938, egli pubblicò The Middle Pillar, che forniva passo dopo passo le informazioni su come eseguire gli esercizi pratici di magia cerimoniale della Golden Dawn. Nello stesso libro, Regardie comparava queste tecniche magiche ai metodi ed alle teorie della psicoanalisi. Cercava di rimuovere le mura artificiali che erano state erette tra magia e psicoterapia. Per un certo periodo Regardie esplorò il misticismo cristiano, e scrisse riguardo alle sue idee in The Romance of Metaphysics.

Nel 1947, Regardie si trasferì in California ed intraprese l'attività di chiropratico e terapista Reichiano. Insegnò psichiatria nel Los Angeles College of Chiropractic e compose articoli per varie riviste di psicologia. Scrisse ancora molti altri volumi, tra cui: The Art and Meaning of Magic, Roll Away the Stone, Twelve Steps to Spiritual Enlightenment, A Practical Guide to Geomantic Divination, How to Make and Use Talismans, e Foundations of Practical Magic. Regardie si ritirò dalla sua attività nel 1981 e si recò a Sedona, in Arizona dove continuò a scrivere. I suoi ultimi libri includono Ceremonial Magic, The Lazy Man's Guide to Relaxation, e The Complete Golden Dawn System of Magic.

Uno dei principali obiettivi di Regardie era quello di preservare gli insegnamenti della Golden
Dawn. Ma oltre a questo aveva un'altra missione:

"Il secondo compito significativo realizzato da Regardie fu, come Adepto, portare una valida filiazione del lignaggio iniziatico della Golden Dawn in America, crogiolo alchemico in cui la New Age era in incubazione. Tali imprese non sempre sono facili. A. M. A. G. aspettò qui per quattro decadi prima che i fili della trama andassero insieme. Poi, in una di quelle eleganti sincronie che sovente aiutano la gestazione di eventi magicamente significativi, una coppia in Georgia ebbe l'ispirazione - allora i due erano poco consapevoli di quello che stavano per intraprendere - di costruire una Volta Rosicruciana, la potente camera rituale richiesta per eseguire con successo l'Iniziazione ad Adepto; nello stesso preciso momento due maghi (uno della costa orientale e l'altro di quella occidentale degli Stati Uniti), che non si conoscevano a vicenda nè conoscevano la coppia georgiana, divenivano pronti a ricevere questa Iniziazione. Ed A. M. A. G., il quale possedeva il diritto di confeire l'Iniziazione in tale Volta, rappresentava l'anello di collegamento tra loro. Così, durante un fine settimana eccezionale, Regardie diresse due Iniziazioni nell'Ordine Interno, le prime e le ultime mai eseguite: e la Lampada del Keryx venne passata in mani americane."(3)

Il motto di Regardie era Ad Majorem Adonai Gloriam, ("A maggior Gloria di Dio").

Regardie continuò a dare consigli in materia di salute e di magia fino al termine della sua vita. Morì di un attacco di cuore il 10 marzo 1985, mentre stava cenando con gli amici in uno dei suoi ristoranti favoriti. Sebbene sia scomparso, le sue opere scritte - che, molti saranno d'accordo, sono vigorose, stimolanti e con i piedi a terra - continuano ad istruire e ad ispirare nuove generazioni di studenti.

Per vedere una selezione di lettere dagli
Israel Regardie Archives,
cliccare quž sotto (in inglese):

Lettere da Dion Fortune: 1   2   3  4
Lettere al Georgia Temple: 5   6   7   8

Note Finali

(1) Pat Zalewski, The Secret Inner Order Rituals of the Golden Dawn, 179-180.

(2) Adam P. Forrest, Nell'Epilogo di Secrets of a Golden Dawn Temple, (pag. 540-541) ristampato come Introduzione di Ritual Use of Magical Tools (pag. xx).

(3) Ibid. Secrets of a Golden Dawn Temple, (pag. 541) Ritual Use of Magical Tools (pag. xx-xxi).

Foto da: Israel Regardie Archives, H.O.G.D. collezione privata.
Copyrights ©1997 by Chic Cicero & Sandra Tabatha Cicero
Traduzione italiana Frater A.A.A.
Pubblicato per gentile concessione di The Hermetic Order of the Golden Dawn®
Articolo originale all'indirizzo:
http://www.hermeticgoldendawn.org/Documents/Bios/Westcott.htm